Pagine

giovedì 9 settembre 2010

Un anno di Solo Fatica

E dopo quasi 365 giorni eccomi qua.

Era iniziato tuto come uno stimolo per preparare la mia prima mezza maratona.

Al tempo il mio ginocchio aveva appena smesso di fare le bizze, io avevo perso 2 chili per non gravare sulle articolazioni, e correvo con un paio di Mizuno Wave Impulse.

Da allora sono passati 12 mesi, 4 stogioni, svariate centinaia di chilometri, qualche piccolo infortunio, 2 paia di Asics Cumulus 11 e qalche gara.

In questo periodo ho frequentato qualche blog, ho studiato tramite la rete cosa sia la corsa di fondo, ho letto tanto, sudato anche di più.
Ho scoperto un mondo Internet in cui noi, piccole menti malate, siamo una nuova forma di NERD.

Siamo quelli che all'alba anziché godersi l'ultimo sonno, ci alziamo con 0°C, si mettono un abbigliamento da etoile della Scala e vanno a fare i previsti chilometri giornalieri.

Siamo quelli che in edicola ogni mese comprano uno o più giornali che nemmeno l'edicolante conosce.

Siamo quelli che si riconoscono soltanto guardandosi: perché sei succhiato come una prugna secca e sei più vicino all'aspetto di un biafrano che di un McDonald addicted, e ai piedi hai 100 euro, come minimo, in scarpe ginniche.

Siamo quelli che la domenica, l'unico giorno libero dopo una settimana di lavoro, sono in strada dall'alba, perché come si corre la domenica mattina non si corre in nessun altro giorno.

Siamo quelli che si sentono dire: "Beata la tua voglia, sai quanto mi farebbe bene correre?".

Siamo quelli che alle soglie dell'estate si fanno 4 risate vedendo le persone che cercano i rimedi più assurdi per perdere in un mese la spazzatura che hanno incamerato tra un'estate e l'altra.

Siamo quelli che in vacanza si portano scarpette e GPS, perché... non si sa mai!

Siamo quelli che ogni tanto esagerano perché convinti di essere gli eredi di Paavo Nurmi, Emil Zatopek e Abebe Bikila!

Credo che un giorno ci sveglieremo e ci accorgeremo, che questo essere runner non sia altro che un nostro folle alter ego, il nostro Tyler Durden, che così come in Fight Club, per poterlo abbattere dovremo spararci un colpo in bocca.



Ma quel momento è ben lungi dal venire, e la mia follia continuerà a riempire le pagine elettroniche di questo mio diario in attesa di "tempi migliori".

Buona Corsa!

4 commenti:

  1. Siamo quelli che quando ci dicono 'Ma sta piovendo! Dove vai?' con un sorrisetto da sadici ci chiudiamo la porta alle spalle e usciamo!
    Bel post!
    Auguri!

    RispondiElimina
  2. Sono proprio contento di essere io quello che ti ha fatto entrare nel gruppo di "quelli che" e che ti ha "fatto ammalare" di questo sport, anche se ormai mi hai superato alla grande e credo tu sia proprio un caso irrecuperabile.
    Auguri per questo primo anniversario!

    RispondiElimina
  3. Bello!! Mi sono divertito a leggerti :D

    RispondiElimina
  4. BUON ANNIVERSARIO! LUNGHE CORSE ;-)

    RispondiElimina