Pagine

giovedì 26 aprile 2012

Prima uscita con A2

Martedì avevo l'ecografia all'anca per capire cosa sia successo dopo la Stramilano, e soprattutto per cercare di capire perché i muscoli del gluteo sinistro mi facciano male.
E siccome il fastidio sembrava passato e non volevo sprecare l'esame diagnostico, Lunedì pomeriggio mi sono messo le mie nuovissime A2 per provare cosa si sente con scarpe più leggere e meno ammortizzate delle mie tradizionali Cumulus 13.

Le scarpe in questione sono delle Asics Sky Speed 2. La fabbrica dichiara un peso di 284 gr. sul 9 US; sono molto più basse delle mie Cumuls e risultano leggermente più corte, ma per il mio piede la calzata è perfetta.

L'allenamento consiste in 1600m in pista di riscaldamento e poi 10 ripetute da 140 m in salita con ritorno in corsetta leggera al punto di partenza.

Già nel riscaldamento la sensazione è strana: finalmente i piedi non sembrano sprofondare nella pista ma ho subito una risposta reattiva su tutta la gamba. Per essere un riscaldamento va via anche troppo veloce, senza accorgermene sto andando a 4.45, che non è di sicuro un passo da riscaldamento per me.

Finiti i 4 giri di pista mi reco trotterellando sul rettilineo in salita che replicherò 10 volte. Già dalla prima ripetuta mi accorgo che la scarpa mi porta a cambiare la mia normale meccanica di corsa: praticamente non appoggio il tallone e tendo a correre solo ed esclusivamente con l'avampiede.

Alla fine della seduta sono disfatto: il gluteo ha iniziato a darmi fastidio già dalla 5° ripetuta e l'idea di fare almeno un 1000 a 4.10 mi passa dopo 200m.

Le scarpe sono risultate ottime, molto ben costruite e reattive rispetto alle mie pantofole "SpongeBob". Da verificare la tenuta dei miei tendini con scarpe così poco protettive. Di sicuro per il mio passo è ancora presto per usarle su distanze più lunghe di 8 Km.

Risultato dell'ecografia fatta Martedì: versamento di liquido fra i muscoli del gluteo. In teoria dovrebbe bastare ancora un po' di riposo e del ghiaccio... Mi accontento del ghiaccio e di non forzare troppo la distanza.

Buona Corsa!

4 commenti:

  1. Già che hai capito cos'è è un buon punto di ripartenza.
    Per le A2 fai bene a usarle per tratti brevi, ma non esagerare, mi raccomando! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'idea è di usarle in pista e per medi veloci. al limite in gara.

      Elimina
  2. non so, io le aa2 non ho ancora avuto il coraggio di metterle ai piedi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è coraggio ma incoscienza :-)

      Elimina